Translate

Pagine

martedì 8 ottobre 2013

CONTOURING: CON IL TAGLIO GIUSTO SI PUO'!


Una volta si chiamava semplicemente chiaroscuro, ma ultimamente il termine inglese fa molto più Figo!

 In qualsiasi lingua lo vogliate chiamare con questa terminologia si intende una tecnica artistica (non solo nel make up) volta ad equilibrare i naturali punti di luce e ombra del volto ed enfatizzarli dove necessario per far emergere i volumi che vogliamo; in parole povere, sfruttando il concetto che

 TONI CHIARI: creano maggiore volume perché riflettono la luce, distanziano, illuminano, spaziano (esempio: i toni chiari minimizzano i segni di espressione illuminando il viso e dando un’impressione di maggiore radiosità e giovinezza).
COLORI SCURI: danno profondità, smussano, assottigliano (esempio: un colore scuro nei contorni di un viso tondo “smagrisce” i contorni del volto).

non si fa altro che mettere lo scuro dove si vuole mimetizzare (ad esempio per nascondere un doppio mento) e il chiaro sui punti da enfatizzare ( ad esempio sullo zigomo per farlo risaltare).

Per fare questo con il trucco e farlo bene senza sembrare indiani con strisce sulla faccia ci vuole un po' di tempo, e non sempre ce l'abbiamo, specie al mattino, ma oggi vi voglio proporre una soluzione velocissima per enfatizzare al meglio i vostri punti di forza: facciamo il contouring con i capelli!!!! 

Ebbene si, con l'aiuto di un buon taglio e, per chi lo fa, del colore giusto, possiamo aiutarci anche senza troppo tempo da dedicare al trucco ( se poi c'è anche il tempo per quello tanto meglio, uno non esclude l'altro) 
Partiamo da un presupposto: ogni tecnica artistica deve fare riferimento ad un ideale, anche se non lo raggiunge, per cui “bello” è tutto ciò che maggiormente tende a questo ideale.



Nel campo della bellezza intesa nella sua globalità, “bello” è il viso di forma ovale, in cui i rapporti volumetrici sono pressoché perfetti ed è per questo che dobbiamo fare cambiamenti che il più possibile ci portino a questa forma ideale, ma senza esagerare!

Bisogna infatti ricordarsi che correggere in maniera forzata un difetto finisce con l’accentuarlo in maniera antiestetica mentre spesso è più utile fare di un difetto un punto di forza, pensate ad esempio, a Marylin Monroe: il suo sguardo all’ingiù è considerato dai truccatori un “difetto” da modificare perché rende l’occhio triste, beh, lei lo ha trasformato nel suo cavallo di battaglia con un trucco che enfatizzava maggiormente questa caratteristica (la sua famosa riga di eyeliner) facendo diventare lo sguardo da triste che era a languido.

Resta però vero che, con la perfetta conoscenza dei naturali volumi del viso,  calibrando i rapporti tra luce ed ombra in modo da non correre il rischio di togliere espressività al viso, si possono smussare angoli e creare nuovi volumi riuscendo a variare completamente i piani del volto

Questa creazione dei volumi ideali  è realizzabile con diversi mezzi a nostra disposizione: con una sapiente calibratura dei chiaro-scuri (per mettere in risalto i lineamenti giusti), trucco (per esaltare i punti di forza), accessori (ad esempio orecchini per aiutarci a creare volumi sui lati)


Oltre a quello che possiamo fare noi, il nostro parrucchiere ci può aiutare:

Con il giusto taglio per la nostra tipologia di viso
Posizionando  strategicamente la scriminatura (e quindi la direzione dei capelli)
Per chi fa il colore, decidendo le nuances in maniera intelligente con i giusti chiaro scuri

Siccome l’argomento è piuttosto lungo lo dividerò in post tematici per ogni tipologia di viso ed Il primo di questi post dedicati al contouring con i capelli lo dedico al viso quadrato: vediamo insieme nel dettaglio cosa fare



Viso quadrato:

E’ un viso dai contorni spigolosi che comunica “durezza” ed in cui predominano le linee orizzontali creando l’illusione di un viso “corto”

COSA FARE: a meno che l'espressione "dura e autoritaria" non sia il vostro obbiettivo (nel tal caso fate l'opposto di quanto segue!!!) , bisogna smussare gli angoli, cercando di ricreare una armoniosa ovalità.

TAGLIO: ricreare un’asimmetria perché, creando volumi diversi si distoglie l’attenzione dalle spigolature del volto, la lunghezza dovrebbe essere comunque al di sotto della mascella e sarebbe meglio un taglio sfilato che alleggerisca i contorni del viso.
Via libera quindi  a righe laterali che interrompono la rigidità o centrali per dare illusione di un viso più lungo, ok anche a pettinature leggere e voluminose che coprano la spigolosità della mascella.
Evitare acconciature lisce e troppo piatte sulla testa, che lascino scoperto il viso

TRUCCO: creare delle ombreggiature ai lati del viso, in modo da minimizzare le tempie e la mandibola; illuminare fronte e mento, accentuare gli zigomi ombreggiandone la parte inferiore.

ACCESSORI: per questa tipologia di viso saranno più adatti degli occhiali sottili e dalla forma ovale, orecchini a goccia o comunque dalla forma sottile perchè non dobbiamo aumentare il volume sui laterali.
  
COLORE: la combinazione migliore è quella di posizionare un colore più chiaro nella parte alta che ricrei l’effetto ottico del viso più lungo e un colore più scuro in basso dove i capelli carezzano la mascella e ne smussano la rigidità. Attenzione che non voglio suggerire per tutte pazzi bicolor, le due tonalità possono discostarsi anche di pochissimo, oppure potete aiutarvi facendo delle meches solo sulla parte alta della capigliatura.


A presto con i consigli di contouring alternativo! il prossimo appuntamento sarà con il viso rotondo


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...