Translate

Pagine

mercoledì 5 febbraio 2014

gel di semi di lino che passione!




Sono onesta: ai miei capelli c'ho sempre badato il giusto anche perchè ho la fortuna di averli lisci e stanno abbastanza in ordine anche asciugandoli all'aria così (le ricce mi stanno odiando, lo so !)

Ultimamente però li vedevo spenti, opachi, non belli e mi sono detta "vuoi vedere che è il caso di fargli un po' di coccoline che si sentono trascurati?" quindi ho fatto un po' di ricerca in rete e, grazie anche alle utili recensioni di Sara di pinkpearl makeup and more e di Barbara di ingredienti cosmetici INCI ho comprato un po' di erbette indiane (nomi assurdi tipo shikakai, ma promettono, miracoli, staremo a vedere appena arrivano).

Però io sono una che ha poca pazienza quando vuole qualcosa, così mi sono messa a cercare una possibile soluzione facile da fare ma efficacie, ed ho trovato la ricetta per il gel ai semi di lino.
Ero molto dubbiosa, confesso, ma poi ho pensato: male che vada mi impiastriccerò un po' i capelli e butterò 1 euro per i semi (che tra l'altro ho trovato tranquillamente alla coop!), ed invece....grido al miracolo!!!!


ho fatto un impacco  pre shampoo di una mezz'ora e poi la doccia normale (uno shampoo e niente ristrutturante, solo due spruzzate di balsamo senza risciacquo fai da me come sempre), i capelli sono lucidissimi, pieni,  sembra quasi abbia passato la piastra (cosa che credo di aver fatto forse due volte in tutta la mia vita, la uso per lavoro ma per me mai) e i capelli sembra abbiano la piega.

Io sono un po' la storia del ciabattino con le scarpe bucate: lavoro con i parrucchieri e sugli altri ho una pazienza infinita, ma su di me mi fa fatica anche asciugarli con il phon!

quindi nelle foto vedete i capelli asciugati all'aria libera con solo due colpi di spazzola tonda alla fine giusto per dare un verso alle punte (cosa che tento di fare sempre ma che di solito non ha grandi risultati)

l'unico inconveniente è superare l'impatto con il gel che... lascio dire a voi cosa sembra!


ecco a voi il muco/catarro gel... l'aspetto è davvero vomitevole, la vaniglia aiuta ma non migliora l'impatto visivo!

mentre l'avete in posa vi sentirete molto Cameron Diaz in "Tutti pazzi per Mary", perchè come il classico gel indurisce il capello, ma poi avrete dei capelli meravigliosi!
vi lascio al reportage fotografico e alla ricetta, spero di avervi dato delle buone idee, se lo fate fatemi sapere!



eccolo in posa, faccia dubbiosa iniziale...

Ricetta Gel di semi di lino :

4 cucchiai (circa 40 g) di semi di lino
250 ml di acqua
1/2 baccello di vaniglia
conservante

Con queste dosi otterrete circa 60 gr di gel bello denso

mettete i semi in acqua sul fuoco e fate bollire per 5 minuti, passati i quali spegnete il gas, coprite e lasciate riposare per altri 5 minuti.
 Tenete presente che più bolle e più raddensa, già con 5 minuti viene bello corposo, quindi se lo volete più fluido fate bollire meno.
La fase di filtraggio è la più noiosa perchè il gel è denso e vischioso, quindi armatevi di un colino e di santa pazienza!!!

nota: la vaniglia serve solo perchè l'odore del gel che bolle non è eccezionale, ma potete anche non metterla!













gli usi di questo gel sono veramente molteplici:


  • impacco pre shampoo (anche mischiato ad un po' di olio se avete capelli secchi e ribelli)
  • maschera idratante viso
  • emulsionato, anche semplicemente con lecitina e olio di riso, per una crema mani
  • come crema base per una maschera per capelli
  • impacco gel idratante
  • prima della piega per asciugature naturali
  • come finish per definire le ciocche (come un normale gel fissativo)
  • mischiato ad hennè e altre polveri per impacchi


ultima cosa: senza conservante vi dura una settimana oppure potete seguire un consiglio che ho trovato in rete: congelarlo in monodosi nelle vaschettine del ghiaccio (cosa che trovo macchinosa e noiosa, ma fate voi)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...