Translate

Pagine

venerdì 20 giugno 2014

silicone nei cosmetici: si o no?



Questa che vi presento oggi è una piccola ricerca che ho fatto per un corso di formazione aziendale, volutamente semplice, per cercare di fare un po' di chiarezza su un argomento tanto dibattutto come i siliconi.


Quando studiavo per i miei esami di formulazione cosmetica, nei primi anni 2000, era il boom del silicone, attivo economico, di grande resa e impareggiabile tocco setoso sulla pelle e praticamente si formulava solo con quello! poi con il tempo le cose sono cambiate ed ultimamente molti si scagliano contro questi poveri olietti sintetici, a volte anche in maniera esagerata e con poco fondamento, ed  i siliconi sono diventati la "bestia nera" da evitare, e "se usi creme con siliconi ti vuoi male sei brutto e cattivo"!!!

per darvi il mio punto di vista, che non vuole essere legge ma solo la mia opinione di utilizzatrice di prodotti siliconati e non e di appassionata di trucco, condivido con voi questa mia mini guida che è frutto di studio sul web, sul forum di Lola, sul sito dell'associazione nazionale delle imprese cosmetiche e sui miei libri universitari.

SILICONI
Sono sostanze caratterizzate dalla presenza del legame ossigeno-silicio, legame stabile e inerte, cosa che rende tutti i siliconi poco reattivi chimicamente e ciò determina anche la scarsissima biodegradabilità di questi composti.
Esistono moltissimi tipi di siliconi cosmetici, che vanno da quelli ciclici, con struttura ad anello, che sono pochissimo untuosi ed evaporano in poco tempo (cyclomethicone, cyclopentasiloxane, cyclohexasiloxane), quelli mediamente unti che non evaporano (dimethicone e composti) e quelli molto untuosi e pesanti, come il dimethicone copolyol.
Con l’utilizzo prolungato, sembra che i siliconi più volatili tendano a seccare la pelle mentre quelli più pesanti, l’addove un soggetto sia già predisposto a comedoni e impurità (che sono costituzionali) tendano ad occludere i pori ed ingrassare un po’ la pelle.
La caratteristica fondamentale dei siliconi è quella di rendere morbida e setosa la pelle e di dare a capelli e viso un aspetto immediatamente più levigato, liscio e piacevole al tatto
Spesso alte concentrazioni di siliconi servono a mascherare creme povere di attivi per dare comunque l’effetto setoso e vellutato sulla pelle, però, nella giusta misura, hanno ottime caratteristiche per chi crea una crema:
•             sono leggeri e non danno la stessa sensazione di untuosità dei grassi vegetali
•             conferiscono un'impareggiabile tocco setoso sulla pelle
•             sono resistenti al calore e all'ossidazione e non forniscono terreno di coltura per i batteri, in oltre si presentano nella stessa forma a qualsiasi temperatura (alcuni grassi vegetali come l’olio di cocco ad esempio, no)
•             uno 0,5% di siliconi in formula abbatte la schiuma, ovvero evita il formarsi della scia bianca mentre si stende una crema, ed aumentano la bagnabilità del prodotto che conferisce il “rullaggio” particolare alla crema e ne migliora la stesura
•             non danno allergie, non penetrano all'interno della pelle
•             sono idrorepellenti quindi ottimi per dare l’effetto barriera o l’effetto water resistent e waterproof
•             in quantità di 0,5-1% aumentano la performance dei filtri solari sia chimici che fisici

in conclusione cosa ne penso io? se trovo prodotti non formulati con siliconi sono più contenta,  ma se ci sono non mi scandalizzo (specie se non sono ai primi posti dell'INCI), in oltre ci sono determinate performance del prodotto che io cerco e che ancora non ho trovato nel prodotto naturale per cui: se mi serve, ad esempio, che il mio  makeup abbia una alta tenuta o cerco una particolare levigatezza per una serata particolare che solo certi primer danno,   ben venga il silicone, se il prodotto ne è privo ma riesce comunque a garantirmi buone performance tanto meglio!!!
Linky Party C'e' Crisi
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...