Translate

Pagine

martedì 20 dicembre 2016

Cronache di beauty eventi: MAC TECHNIQUE "the styled eye"

Ciao belle fanciulle,
la scorsa settimana ho avuto l'occasione di partecipare ad una Technique di MAC, sotto la guida di Vincenzo Marigliano.
Per chi non conoscesse questo tipo di eventi, le technique sono mini corsi di un paio d'ore che si tengono all'interno degli store MAC, hanno un costo di 60 euro (redimibile in prodotti) e si concentrano su un argomento specifico.

Due must per il trucco di questa tecnique: l'ombretti rosso e il mascara up world con serbatoi che rilasciano il colore


Quella cui ho partecipato era incentrata sulle tendenze moda per il trucco occhi, che prevedono, complici anche le imminenti festività natalizie, un tripudio di  oro, glitter, e tutto ciò che sia sbrilluccicoso
Fino qui non sarebbe niente di particolarmente innovativo, ma la moda vuole anche accostare a questo effetto brillante e/o metallico, un'accenno di colore che vada ad  ammorbidire e impreziosire la sfumatura della palpebra fissa, ecco quindi che troneggiano toni di rosso, burgundy e declinazioni sul tema!

Purtroppo, complice la confusione in negozio ed il fatto che fuori era ormai buio, non posso proporvi una immagine gran che qualitativa del makeup realizzato in sede di corso, ma voglio provare a riproporlo utilizzando i prodotti che ho a disposizione a casa.

Sorvolo sulla base che, non essendo la tematica del corso, è stata giustamente trattata in maniera molto spiccia per dare risalto all'argomento principale; qui, giusto per informazione, vi propongo la mia solita base del periodo: correttore radiant creamy concealer Nars in vanilla, velvet powder foundation #01 alkemilla e cipria indissolubile #02 purobio.

STEP 1
Utilizzando un matitone ombretto come base, applico il colore su tutta la palpebra mobile partendo dall'attaccatura delle ciglia e sfumando su tutto l'occhio, qui utilizzo il matitone borgogna della collezione neo noir di Kiko

STEP 2
Utilizzando un pennello angolato, lo si bagna con fix plus o prodotti simili (userò della semplice acqua termale) per sottolineare la rima inferiore da metà occhio fin verso l'esterno; poi, utilizzando lo stesso colore ma con un pennello piatto, sulla palpebra mobile inizio a creare l'ombreggiatura usando come guida e "confine" la linea appena creata e, una volta depositato il colore, con un pennello da sfumatura sfumo prima verso l'interno, poi esterno e salendo verso l'alto. 



STEP3 
Prendo un pennello a penna e con una tonalità media vado a ripassare la linea della bordatura inferiore in modo che non sia netta ma sfumata; con la stessa tonalità media, 
con movimenti rotatori allargo la sfumatura sulla palpebra mobile fino a sotto il sopracciglio

STEP 4
Il punto luce si sposta da sotto l'arcata al centro della palpebra mobile perciò vado a crearlo picchiettando un colore glitter o metallizzato solo al centro della palpebra (utilizzo fenice di Neve Cosmetics).
Per un tocco glamour vado ad impreziosire la sfumatura con una tonalità sul rosso (utilizzo il nuovo blush satellite of love di Nabla, collezione goldust) : guardando dritto davanti allo specchio si va a sfumare il prodotto con movimenti circolari sopra la piega





STEP 5
La moda vuole sopracciglia  dalla struttura 3D che le ragazze hanno ricreato utilizzando come base un ombretto in crema dalla sfumatura fredda ( paint pot camel coat o taylor grey) su cui sono stati disegnati piccoli tratti a ricreare il pelo con una matita da utilizzare di una tonalità più scura di quella che useremmo di solito. Io le ho tatuate, per cui non sono andata ulteriormente ad appesantirle con altri prodotti ma ho solo utilizzato un gel fissativo che regalasse tridimensionalità senza aggiungere troppo colore (collistar gel sopracciglia)

STEP 6 
Regaliamo anche allo sguardo questo effetto tridimensionale utilizzando un mascara particolare "up world" che ha lo scovolino a serbatoi per il rilascio massimo di colore dove lo appoggi

Prima si appoggia lo scovolino alla base delle ciglia, senza muovere l'applicatore, poi appoggio sulla lunghezza  e alla fine pettino verso l'alto per dare anche lunghezza; il segreto finale per allungare lo sguardo è  pettinare le ciglia tirando delicatamente lo scovolino verso l'esterno. Ultimo gesto, a scovolino pulito,  pettino le ciglia sotto per definirle senza appesantirle di colore. Avendo già diversi mascara da aprire non ho acquistato questo, che però mi ha molto incuriosito e vorrò provare quanto prima, perciò ricreo gli stessi passaggi ma usando il mio attuale mascara: Dior overcurl



STEP 8
Per le labbra una sorta di ombre lips, ma dai colori non convenzionali. Come sapete le ombrè sono il mio incubo, non riesco mai a farle!!! e purtroppo neanche sotto le direttive di Vincenzo ho ottenuto un risultato soddisfacente, comunque vi dico i passaggi che ci ha detto di seguire declinati in colori più portabili e meno moda di quelli che mi aveva fatto provare (lilla e prugna):
Si utilizza un colore particolare dai toni pastello mat come pigmento base solo al centro,poi un lip liner a contrasto con cui riempio il bordo e sfumo verso l'interno; il trucco finale sta nel stringere ripetutamente le labbra fra se, senza sfregarle, in modo da fondere armoniosamente i due colori... almeno così dovrebbe essere!



Il risultato finale è piuttosto carico, anche se, declinandolo in colori più neutri, l'effetto è decisamente meno impattante. C'è da dire, però, che anche con colori così visibili, dato che io porto una montatura di occhiali colorata e ben strutturata, un trucco occhi marcato mi aiuta a far risaltare lo sguardo da dietro la lente ed il risultato finale è piacevole anche se dai colori più marcati.


Tanto perchè il video a volte spiega meglio di tante parole, vi lascio anche l'applicazione in diretta del trucco (le foto sono dei fermo immagine del video stesso)



E voi, avete mai partecipato ad una lezione trucco da Mac?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...